CGCReviews: Children of Morta
Children of Morta è il nuovo roguelike di Dead Mage che ci catapulta in un mondo infernale e magico. Lo abbiamo provato ed ecco la nostra recensione.

Children of Morta

Introduzione

Children of Morta è il nuovo titolo sviluppato da Dead Mage e pubblicato da 11 bit studios e sarà disponibile per PS4, Xbox One, Nintendo Switch e PC.

Dead Mage è uno studio di sviluppo indipendente focalizzato sulla produzione di videogiochi per PC di alta qualità e per mobile sin dal 2010. Ma difendere il Monte Morta contro la Corruzione non è un compito semplice. Ecco perché Dead Mage si è alleata con 11 bit studios – una compagnia responsabile per aver creato This War of Mine e Frostpunk – per formare un team capace di superare tutti gli ostacoli.

Children of Morta è un roguelike narrativo con elementi hack & slash ed una grafica in pixel art curata nei minimi dettagli.

video


Storia

La famiglia Bergson ha vegliato sul Monte Morta per generazioni come guardiani della montagna mistica. Ora devono affrontare la sfida più pericolosa come famiglia… La Corruzione si è espansa, modificando morfologicamente quello che era un monte pacifico in un incubo violento ed infestato dai mostri. Sperimenta quello che vuol dire essere una famiglia di eroi. Prendi parte nel loro viaggio, i loro sforzi e le loro vittorie.


Gameplay

Il gameplay di Children of Morta è un misto tra rougelike ed hack & slash, con elementi caratteristici di entrambi i generi, ma anche con delle novità ed elementi che non si vedono spesso. Nel titolo controlleremo i componenti della famiglia Bergson, i guardiani del Monte Morta, alle prese con la Corruzione che dovranno sconfiggere per riportare la pace nella loro terra in un’avventura singleplayer o co-op.

Potremo controllare buona parte dei membri della famiglia, ognuno dei quali ha caratteristiche differenti ed abilità uniche. Alcuni preferiscono il combattimento ravvicinato, mentre altri preferiranno utilizzare magie a distanza. La cosa migliore da fare è provarli tutti, fino a trovare lo stile di gioco a noi più comodo.

  • L’erede più grande è un esperto di arti marziali e il suo stile è incentrato sull’agilità e il movimento.
  • Il padre è un guerriero con abilità fortemente difensive e un corpo a corpo violento.
  • La figlia è una maga ribelle, capace di utilizzare il fuoco per incendiare tutto.
  • Il figlio più piccolo, sfrutta le sue capacità di passare inosservato per approci più stealth contro i nemici.

Cosa molto importante da tenere in considerazione è che alcuni personaggi sono più adatti rispetto ad altri in alcune occasioni, ma non finisce qui. Utilizzare continuamente lo stesso membro della famiglia lo farà influenzare da una “forza” particolare che lo renderà sempre meno utile, quindi è necessario cambiare personaggio di tanto in tanto. Citando le parole di Grzeszczuk, uno degli sviluppatori, “non potrete finire il gioco giocando solo con un personaggio.”

Esplorare il Monte Morta non sarà semplice, dato che i dungeon sono procedurali e vengono generati casualmente ogni qual volta che ci entreremo. Ma come ci si arriva al monte?

Partiamo dal presupposto che abbiamo una casa in cui vive tutta la famiglia. Nei sotteranei è presente un antico dispositivo in grado di aprire delle porte verso il Monte Morta (come se fosse una selezione dei capitoli) e ci permetterà di avventurarci nelle terre infernali e corrotte del mondo.

Lo Zio Ben e la Nonna Margaret hanno uno laboratorio che potrà essere potenziato, aprendo così nuove possibilità di crafting e permettendo di forgiare diversi oggetti e creare pozioni utili per l’avventura.


Comparto Grafico

Children of Morta ha uno stile grafico bidimensionale con una combinazione di pixel art disegnate a mano e animazioni frame by frame accompagnate da una tecnica di illuminazione moderna che rendono l’atmosfera di gioco al punto giusto.

La cura per i dettagli non manca di certo e ogni singolo pixel è posizionato perfettamente, così come per le animazioni di altissimo livello e fluide. Sembra quasi di trovarsi davanti dei modelli 3D in alcune occasioni.

Ovviamente, nulla è perfetto e ci sono alcuni casi di realizzazione sotto la media rispetto al resto.


Comparto Sonoro

Anche il comparto sonoro del titolo è sicuramente sopra la media, con musiche eccellenti e ben prodotte, effetti sonori che accompagnano l’avventura e sicronizzati molto bene con le scene di gioco.

Ha alcuni cali di qualità in alcuni momenti, soprattutto quando si sovrappongono più suoni uno con l’altro, ma nulla di troppo fastidioso o che possa inficiare sulla qualità del gioco o l’esperienza del giocatore.


Conclusioni

Children of Morta è un titolo sicuramente da provare, soprattutto per gli appassionati del genere. Dead Mage è riuscita a creare un prodotto validissimo sotto tutti gli aspetti, difficile al punto giusto e divertente da giocare. Anche la trama, seppur non un punto focale, accompagna i nostri protagonisti nelle loro lotte contro il male che si è venuto a creare.

Il titolo è acquistabile per tutte le seguenti piattaforme e nelle seguenti date:

  • PC (Steam) a partire dal 3 Settembre 2019
  • PC (GOG) a partire dal 3 Settembre 2019
  • PS4 a partire dal 15 Settembre 2019
  • Xbox One a partire dal 15 Settembre 2019
  • Nintendo Switch a partire dal 15 Settembre 2019

Children of Morta, in versione PC, sarà disponibile sia per piattaforme Windows che Mac OS.


Valutazioni

Mi piace
Non mi piace
Gameplay davvero eccellente in ogni suo aspetto
Può risultare complicato in alcune situazioni con svariati nemici a schermo
Qualità grafica superba
Disponibile in molte lingue ma non l’Italiano
Longevità e rigiocabilità elevatissima senza annoiare
Qualche calo di qualità nel sonoro in occasioni di più suoni contemporanei
Longevità 9
Grafica 8.5
Sonoro 8
Gameplay 9
Voto 8.5/10


Screenshot di Children of Morta

CGCReviews: Children of Morta
CGCReviews: Children of Morta 1

Children of Morta è il nuovo titolo sviluppato da Dead Mage e pubblicato da 11 bit studios e sarà disponibile per PS4, Xbox One, Nintendo Switch e PC.

Editor's Rating:
4

Davide Fanelli

Davide Fanelli nasce nel 1996 e inzia a giocare già dalla tenera età di 2 anni con un GameBoy e Tetris. Alla vista della Play Station cominciò a nascere la sua passione per i videogiochi che sarebbe durata tutta la vita.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: