RecensioniTOP

CGCReviews: Dusk Diver 2

Come funziona, specialmente su Nintendo Switch?

Dusk Diver 2

Dusk Diver 2, titolo sviluppato da Wanin International e pubblicato da Idea Factory, arriverà il 30 Agosto su PS5, PS4 e Switch. Attualmente, è disponibile dal 24 Febbraio su PC (Steam).

Dusk Diver 2 è un sequel diretto del primo capitolo e, combina un gioco di ruolo anime con un gameplay hack-and-slash, combinazione che non spesso si vede ultimamente. Il titolo, mira a migliorare le basi del combattimento e della storia del suo predecessore. Le nuove funzionalità, il combattimento migliorato e la grafica sicuramente più avanzata, lo rendono davvero piacevole da giocare, anche se il ritmo iniziale della storia può confondere i meno avvezzi.

Dusk Diver 2 si svolge un anno dopo gli eventi del gioco precedente. Yumo, ora una studentessa universitaria, sta bilanciando tra la vita quotidiana scolastica, il lavoro e il salvare il mondo dagli esseri interdimensionali. Sebbene il gioco sia concepito per essere autonomo, ci sono pesanti riferimenti al suo prequel nei primi due capitoli, rendendo le introduzioni dei personaggi e l’inizio del gioco un po’ confusionari per chi non l’ha giocato. Fortunatamente, la storia inizia abbastanza lentamente a richiamare quei riferimenti del passato per costruire la propria storia.

Dusk Diver 2 inizia con Chaos Beasts che causa fessure che i Guardiani usano per viaggiare tra il regno interdimensionale e quello umano. Tuttavia, i Guardiani non si aspettavano di vedere altre Bestie del Caos nel regno umano e i primi tre capitoli lavorano per capire perché ciò sta accadendo. Dalla fine del terzo capitolo, la trama comincerà ad ingranare in modo più “serio”. Gli ambienti interdimensionali sono i luoghi in cui si svolgono le battaglie ma, purtroppo, sono spesso molto blandi. Esistono, ovviamente, delle eccezioni più piacevoli e godibili, ma nulla di che.

Ci sono anche molti oggetti da trovare e Posseduti per combattere anche nell’area. I Posseduti sono umani presi in consegna dalle Bestie del Caos e possono essere trovati in tutto il distretto. Combattere Posseduti e completare le missioni secondarie ricompenserà il giocatore con oggetti e valuta che possono essere utilizzati per acquistare abilità e potenziamenti per le armi. L’esperienza delle battaglie è condivisa da tutti e quattro i membri del gruppo e il giocatore ha la libertà di quando e come salire di livello. Sarà importante non potenziare un unico personaggio, ma trovare un bilanciamento tra ognuno di essi.

CGCReviews: Dusk Diver 2 1

L’attrazione principale di Dusk Diver 2 è sicuramente il suo sistema di combattimento. Trascorreremo la maggior parte del nostro tempo in battaglia, e questa è sicuramente una buona cosa. Come nella maggior parte dei giochi hack ‘n’ slash, il combattimento è semplice, ma questa semplicità rende divertente e facile sperimentare con le sue numerose abilità e meccaniche da mettere insieme in combo di lunga durata e variegate. La meccanica più importante è il Break Strike: l’esecuzione di combo continue può costringere il nemico a entrare in uno stato di rottura che consente di utilizzare un Break Strike che provocherà enormi danni. Lanciare nemici contro i muri con colpi critici farà anch’esso entrare loro in uno stato di rottura. Sfruttando bene questo sistema, si possono sconfiggere i nemici molto più velocemente della sola forza bruta.

Un’altra meccanica chiave, al di fuori di Break Strike, è la modalità Burst. Dopo aver sconfitto i nemici e raccolto sfere gialle, la barra Burst inizierà a riempirsi man mano. Una volta completa, potremo attivare il Burst, che aumenterà la potenza di attacco e la velocità di recupero degli SP. Durante lo stato Burst, un indicatore si riempirà eseguendo abilità SP, schivate, Break Strikes e contrattacchi. Quando l’indicatore è pieno, sarà quindi possibile scatenare un attacco speciale che provocherà enormi quantità di danni. Ciò è particolarmente utile nelle battaglie contro i boss per ridurre drasticamente lo scudo e la barra della salute del nemico.

Se l’originale Dusk Diver aveva un combattimento più simile ad un Musou, non è così con il suo sequel. Invece di abbattere grandi gruppi di nemici in una volta, l’enfasi è piuttosto sull’esecuzione di combo più lunghe per abbattere un singolo nemico il più rapidamente possibile. Ciò significa che i nemici possono sentirsi troppo resistenti all’inizio, ma diventa meno problematico man mano che il sistema di combattimento si apre. In parte, ciò è dovuto al fatto che più membri si uniranno al gruppo, ed è qui che possono iniziare il vero divertimento e la sperimentazione.

CGCReviews: Dusk Diver 2 2

Tre membri si uniranno a Yumo durante i primi tre capitoli. Leo, Le Viada e Bahet, conosciuti anche come i Guardiani di Kunlun, che fanno tutti il ​​loro ritorno in Dusk Diver 2 e, ognuno fa il suo debutto come personaggio giocabile con stili di combattimento unici. Leo è un battitore pesante usato per il combattimento ravvicinato, Le Viada usa armi da fuoco che la rendono utile a distanza e Bahet è specializzato nel combattimento aereo e nel controllo delle masse. Potremo passare da un personaggio all’altro in qualsiasi momento, a condizione di un piccolo tempo di recupero dopo ogni scambio. Ogni personaggio è divertente da usare ed efficace, ma alcuni funzionano meglio se controllati da noi o dall’IA e viceversa.

Il distretto di Ximending rimane l’ambientazione di Dusk Diver 2, ma la resa ha fatto dei passi enormi. C’è molto fascino con la sua ambientazione vibrante e il design dei personaggi, con quest’ultimo che è visivamente un punto culminante. Non solo è visivamente vibrante, ma anche la colonna sonora con ritmi techno accattivanti accompagna perfettamente il gameplay. Ciò, però, casca un pochino sulle voci dei personaggi che, delle volte, possono risultare quasi metalliche. Questo diventa un problema soprattutto durante il combattimento, quando i personaggi urlano mosse. La recitazione vocale in sé è buona sia nelle opzioni di doppiaggio giapponese che in cinese, ma il suono metallico lo fa sembrare quasi low budget.

Dusk Diver 2 ha molto da offrire nel suo complesso. Il titolo è divertente da giocare, e la storia, seppur non eccelsa, è piacevole da seguire. Solo il sistema di combattimento hack ‘n’ slash ha molto da essere apprezzato e questo da solo dovrebbe metterlo sul radar per i giocatori che amano questo tipo di gioco. Purtroppo, avendo provato sia la versione PC che quella Switch, utilizzata principalmente per la recensione, ci sono alcune cosine da far notare. Il framerate è davvero instabile in alcune situazioni, con cali di frame costanti e momenti da 10fps nelle situazioni o mappe più complesse. Pur non essendo così presenti durante tutta l’avventura, sono comunque cose da tenere in conto, soprattutto quando il titolo, sulle altre piattaforme, ha una resa tecnica più efficiente.


7.5

Voto CGC

Recensione Dusk Diver 2

Dusk Diver 2 è un buon titolo del genere hack ‘n’ slash JRPG, con una trama semplice e godibile, che può offrire una piacevole e divertente esperienza ad amanti e non del genere.

*Recensione eseguita tramite chiave Switch fornita dal Publisher

Segnala un Errore

Davide Fanelli

Nato nel 1996 ho iniziato a giocare già dalla tenera età di 2 anni con un GameBoy e Tetris. Alla vista della PlayStation cominciò a nascere la mia passione per i videogiochi che permane ancora tutt'ora.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Back to top button