CGCReviews: Minecraft Dungeons


Abbiamo provato a fondo il nuovo titolo di Mojang Studios, ecco cosa ne pensiamo.

Minecraft Dungeons

Introduzione

Minecraft Dungeons è il nuovo titolo di Mojang Studios, uno “spin-off” dungeon-crawler del famosissimo gioco a cubetti che ancora oggi fa molto successo.

Il titolo è uscito il 26 Maggio 2020 per PS4, Xbox One, Nintendo Switch e PC tramite Microsoft Store in collaborazione con Microsoft e Xbox Game Studios.

video


Storia

La storia di Minecraft Dungeons è veramente semplice e minimale, quasi secondaria possiamo dire. Il nostro personaggio si ritroverà tra le lande del Sopramondo alle prese contro l’Arci-Arbitore, un piccolo esserino che vuole portare caos e distruzione nel mondo.

Esplorando i vari dungeon e percorsi da soli o in compagnia di un massimo di tre amici, il nostro obiettivo sarà quello di fermare il nemico di turno, niente più e niente meno.


Gameplay

Il punto focale di Minecraft Dungeons è sicuramente il gameplay, ispirato ai classici dungeon-crawler ma rivisitato in chiave “Mojang.” Il mondo di gioco è diviso in aree più o meno vaste che ci fanno attraversare i vari biomi e strutture del classico Minecraft.

Punta e clicca per il movimento (o movimento libero se si parla dell’utilizzo di un controller) con la possibilità di avere un’attacco corpo a corpo ed uno a distanza. Sono presenti inoltre tre slot per manufatti che ci permettono di attivare delle abilità speciali in combattimento.

L’equipaggiamento è anch’esso minimale, con la possibilità di indossare un’armatura, un’arma corpo a corpo ed una a distanza, oltre ai tre sopra citati manufatti. Ogni arma/armatura ha la possibilità di essere incantata con un massimo di tre abilità casuali che poi, a loro volta, possono essere potenziate fino a tre volte per aumentarne l’efficacia.

E’ possibile riciclare gli armamenti inutili per ottenere smeraldi che potranno essere spesi dal fabbro, per quanto riguarda armi e armature, e dal mercante per i manufatti. Purtroppo, non è possibile lasciare per terra nulla, quindi niente scambi tra amici.

Parlando dei dungeon, invece, ogni giocatore ha un proprio seed di generazione che viene preso da una lista abbastanza limitata, capita spesso di ritrovarsi a giocare con amici che hanno la stessa identica nostra conformazione. All’interno delle mappe troveremo segreti e forzieri che ci permetteranno di avere una possibilità di ottenere equipaggiamenti migliori, anche se spesso capita di ricevere solo smeraldi.

I nemici che dovremo affrontare sono coloro che abbiamo imparato a conoscere dall’originale Minecraft che variano da zombie, scheletri a creeper e tanto altro. Ogni nemico ha una sua versione “incantata” che lo rende decisamente più ostico da affrontare. Non manca la presenza anche di mostri passivi come mucche o pecore che ci faranno ottenere delle volte della carne per curarci.

Oltre a panini e carne che possono essere ottenuti durante l’esplorazione, la nostra fonte di cura principale è la pozione rossa, utilizzabile all’infinito con un tempo di ricarica tra un utilizzo e l’altro.

Per concludere, il gioco è diviso in tre livelli di difficoltà (Normale, Avventura e Apocalisse) sbloccabili in sequenza completando il precedente. Ciò ci darà accesso ad una difficoltà più elevata dove potremo trovare nemici, equipaggiamenti e manufatti aggiuntivi rispetto alle difficoltà precedenti.

Minecraft Dungeon Recensione 1


Comparto Grafico e Sonoro

Per quanto riguarda il comparto grafico, ci troviamo di fronte ad un gioco sullo stile di Minecraft realizzato tramite Unreal Engine, con effetti di luce e particellari sicuramente godibilissimi alla vista.

Il comparto sonoro, invece, è realizzato ed integrato molto bene nel contesto, con suoni ed effetti provenienti sia da Minecraft che non ed una colonna sonora che ci accompagna rilassante e ben prodotta.

Minecraft Dungeon Recensione 2


Conclusioni

Minecraft Dungeons è sicuramente un prodotto validissimo contando anche il costo di soli €19,99. Non mancano però pecche che lo avrebbero reso un titolo decisamente migliore di quello che è ora.

Parlando proprio di problematiche, ciò che più può infastidire è proprio la ripetitività del gioco e la sua “vuotezza.” I dungeon saranno sempre identici ogni volta che ci entreremo (se non per qualche minima variazione) e non cambierà nemmeno con l’aumento di difficoltà.

Una storia ignorabile completamente e una lobby molto vasta ma inutilizzata gli fanno decisamente perdere qualche punticino, ma nel complesso rimane comunque un titolo piacevole da giocare sia in compagnia che non.

Al momento della scrittura, è stato annunciato un DLC che andrà ad ampliare l’esperienza di gioco, oltre che ad altri contenuti gratuiti per tutti.


Valutazioni

Mi piace
Non mi piace
Gameplay divertente
Longevità sotto la media
Buona varietà di equipaggiamenti
Eccessiva ripetitività nei dungeon
Rigiocabilità ottima
Storia e narrativa mediocri
Longevità 6
Grafica 8
Sonoro 8
Gameplay 8.5
Voto 7.5/10

Davide Fanelli

Davide Fanelli nasce nel 1996 e inzia a giocare già dalla tenera età di 2 anni con un GameBoy e Tetris. Alla vista della PlayStation cominciò a nascere la sua passione per i videogiochi che dura ancora tutt'oggi.

Lascia un commento

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: