CGCReviews: Summer in Mara


Summer in Mara, il nuovo titolo di Chibig Studio, si è mostrato come un ottimo titolo d'avventura.

Summer in Mara

Introduzione

Summer in Mara è il nuovo titolo d’avventura esplorativo sviluppato da Chibig Studio che verrà rilasciato il 16 Giugno su Nintendo Switch e PC (Steam).

Chibig Studio è situato a Valencia, Spagna, e offre titoli d’avventura ricchi di meraviglie. Abbiamo avuto la possibilità di provare il titolo in anteprima, ecco cosa ne pensiamo.

video

Storia

La nostra protagonista è Koa, una ragazzina trovata dall’anziana Haku e naufraga dopo un’incidente sulla barca sui cui si trovata da neonata. Haku la porterà con se sull’isola di Mara, un paradiso che nasconde un grande segreto.

Dopo la morte del suo tutore, Koa ha l’opportunità di poter da un lato ricostruire ciò che è andato distrutto sulla sua isola e tenerla in buono stato, sia poter partire all’avventura con la sua barca all’esplorazione di circa 30 isole sparse per i mari.


Gameplay

Summer in Mara inizia con un breve tutorial nel quale ci vengono insegnate le meccaniche basilari del titolo. In Summer in Mara sarà possibile coltivare, pescare, raccogliere materiali e frutta, abbattere alberi e distruggere rocce.

Tutto ciò ha uno scopo molto importante; nel titolo è possibile costruire strumenti e oggetti con i materiali ottenuti che ci permetteranno non solo di poter ricostruire e riportare l’isola di Mara al suo splendore, ma anche per permetterci di navigare sulla nostra bagnarola.

Non mancherà anche la cucina, infatti sarà possibile utilizzare frutta e verdura, pesce e altri cibi vari per creare delle vere e proprie ricette. In Summer in Mara avremo bisogno di mangiare e dormire per rimanere in forma e, ovviamente, i cibi più prelibati sazieranno maggiormente la nostra piccola Koa.

Ogni azione ha bisogno di uno strumento adatto, per piantare e coltivare utilizzeremo una zappa, per abbattere alberi l’accetta e il martello per costruire o distruggere, ma c’è di più che solo questo.

Summer in Mara ha una narrazione che comprende svariati NPC con cui potremo chiacchierare e ottenere delle missioni da compiere. Ogni personaggio ha un proprio carattere e possono far sorridere il giocatore con espressioni e battute divertenti.


Comparto Grafico

Il comparto grafico di Summer in Mara non eccelle su tutti gli aspetti. I disegni 2D presenti all’interno dei dialoghi sono realizzati davvero bene, così come per i filmati animati di altissima qualità.

Tornando alle sue componenti 3D, invece, pecca sotto molti punti. Per quanto riguarda la versione PC, le impostazioni grafiche sono quasi totalmente assenti se non per una barra che ci farà regolare la qualità. Parlando proprio di questa, anche portata ai livelli massimi, resta comunque minimale, con texture e modelli per niente eccezionali e un blur molto intenso sull’ambiente in distanza.

La telecamera di gioco è molto limitata per quanto riguarda lo spostamento sull’asse verticale che però non comporta perdersi dettagli o non poter guardare nella direzione desiderata.

Le animazioni di Summer in Mara sono estremamente legnose e poco curate; con ogni azione avremo una partenza e interruzione dell’animazione istantanea senza alcun passaggio tra di esse e la posizione di idle del personaggio. La corsa sembra essere molto più veloce del movimento dei piedi di Koa e i salti (che raggiungono facilmente i 5 metri di altezza) non permettono una precisione estrema nella direzione che si vuole prendere.

Per concludere, i menù del gioco affrontati tramite cursore del mouse non permettono di vedere la nostra selezione in tempo reale evidenziando ciò che stiamo per cliccare, problema non presente su console o con l’utilizzo di un controller su PC.


Comparto Sonoro

Parlando del comparto sonoro, è assolutamente nella media, con buoni effetti sonori e musiche di gioco e/o filmati piacevoli da ascoltare. Abbiamo rilevato un problema sui filmati animati della versione PC nei quali l’audio ignora le impostazioni del volume ed è sbilanciato quasi totalmente verso la destra (utilizzando delle cuffie il problema è molto più intelligibile).


Conclusioni

Summer in Mara è un titolo ben realizzato con una trama e un gameplay che possono facilmente catturarci per ore e ore. Il titolo può risultare ripetitivo molto presto ai non amanti del genere e la qualità grafica e animazioni possono stuccare facilmente i giocatori, ma se riuscite ad ignorare i problemi presenti, avrete in mano un’esperienza piacevole da giocare.

Ciò che può deludere di più le aspettative sono proprio le meccaniche del titolo non estremamente profonde che spesso ci obbligano a dover fare avanti e indietro tra la nostra isola e quelle esterne per raccogliere materiali o craftare qualcosa agli NPC che ce lo richiedono. Tutto è basato sul crafting e questo può stufare molto presto nell’avventura, assieme anche al sistema di “auto-pilotaggio” durante le nostre navigate.


Valutazioni

Mi piace
Non mi piace
Gameplay intrigante
Assenza totale di impostazioni grafiche
Arti 2D e filmati di alto livello
Ripetitivo da molto presto
Semplice e piacevole da giocare
Animazioni di bassa qualità e texture non eccellenti
Longevità 6.5
Grafica 7
Sonoro 6
Gameplay 5.5
Voto 6.2/10

Screenshot di Summer in Mara

Davide Fanelli

Davide Fanelli nasce nel 1996 e inzia a giocare già dalla tenera età di 2 anni con un GameBoy e Tetris. Alla vista della Play Station cominciò a nascere la sua passione per i videogiochi che sarebbe durata tutta la vita.

Lascia un commento

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: