RecensioniTOP

CGCReviews: The Tenants

Diventa un proprietario immobiliare e costruisci il tuo impero residenziale!

The Tenants

The Tenants, sviluppato da Ancient Forge Studio e pubblicato da Frozen District, è ora disponibile ufficialmente su PC (Steam / GOG).

In The Tenants interpreteremo il ruolo di un agente immobiliare. Il gioco ci considera dei padroni di casa, ma in realtà, siamo ben più di solo questo: è più una combinazione di padrone di casa, arredatore d’interni e “affittuario”. Insomma, un po’ di tutto.

Al suo interno, The Tenants è un gioco gestionale. Lo schermo si riempirà spesso con diversi grafici, schermate e messaggi e, sicuramente, richiede del tempo per abituarcisi, come ogni altro titolo di questo genere. All’inizio del gioco, molti sistemi si sovrappongono l’uno all’altro, disorientando molto i giocatori alle prime armi. Quindi, un mio consiglio per i novizi è di prestare molta attenzione al telefono, dove arriveranno tutte le notizie più importanti.

CGCReviews: The Tenants 1

In The Tenants si tratta di gestire, a vario titolo, una serie di immobili. Saremo chiamati “agente” nel gioco, e riceveremo un paio di lavoretti tramite il nostro fidato telefono, tutti riferiti alla gestione di varie case. Questi lavori ci permetteranno di guadagnare dei soldi che ci serviranno per investirli nelle nostre proprietà, da qui l’aspetto del padrone di casa. Ma avremo anche altri tipi di mestieri da dover effettuare, come il baby sitter e il rinnovatore.

Fare da baby sitter in The Tenants significa prendersi cura degli inquilini nell’abitazione di un altro padrone di casa. Ciò, con noia, implica il non fare nulla fino a quando non riceveremo un messaggio da loro che ci chiede qualcosa a cui dovremo dar risposta. A volte dovremo far loro dei regali o altre volte aggiustare tutto ciò che deve essere riparato in casa, come la rottura di una TV, per esempio. Quindi, in poche parole, dovremo tener sotto controllo degli adulti che hanno costantemente problemi e non son capaci di risolverseli da se.

C’è anche un altro tipo di lavoro un po’ più… cattivo, se così si può dire. Questo “lavoro” riguarda il far andare via di casa l’inquilino di turno. Uno sfratto un po’ particolare, dato che dovremo entrare e lo costringeremo ad uscire con mezzi particolari, come assumere qualcuno per mettere musica ad alto volume fino a quando non saranno stanchi e se ne andranno. Forse una critica sociale? Rimane comunque un modo un po’ errato, seppur giocoso e divertente, di esprimere il lavoro di un proprietario di casa o rinnovatore.

CGCReviews: The Tenants 2

La ristrutturazione in The Tenants è molto simile a quella di The Sims, per citarne uno conosciuto da tutt. Avremo una stanza singola o un’intera abitazione da ristrutturare e avremo accesso a vari strumenti per modificarla. Si parte dall’essenziale quando necessario, come portare elettricità e acqua, quindi si passa ai pavimenti e le pareti, concludendo con i mobili che gli inquilini vogliono. Durante gli incarichi di ristrutturazione, ci verrà fornito un budget e istruzioni specifiche su cosa acquistare. Quindi, dovremo rispettare specificatamente le indicazioni sul colore della vernice delle pareti, sul tipo di pavimenti, sui mobili, e così via. Questo aspetto più strategico, lo distacca un po’ dal suo animo casual che potrebbe avere ad un primo sguardo.

The Tenants è un gioco che ama la microgestione. Probabilmente avremo sempre più lavori in corso contemporaneamente. E fare soldi il più velocemente possibile è ciò che si cerca, per poi poterli investire in nuovi posti da acquistare, rinnovare e affittare. The Tenants è perfetto per coloro che amano il min-maxing in quanto esistono sistemi che possono essere sfruttati per ottenere risultati ottimali, sta solo a noi capire come.

Per migliorare le nostre capacità di microgestione, sarà possibile ottenere aggiornamenti che aumenteranno la durata della concessione di contratti di locazione, quanto potremo ottenere dagli inquilini, ecc… Ma oltre a questo, aumenterà le capacità di nostro zio: fondamentalmente un tuttofare che farà tutto ciò che gli verrà detto di fare nelle nostre proprietà, come riparazioni, pulizia e installazione di vari servizi. La cosa divertente è che questo pover’uomo non vede l’ombra di un quattrino, quindi potremo considerarlo come un pensionato che non ha molto da fare nel suo tempo libero (o, se preferite, uno schiavo da sfruttare…). Meglio non indagare!

CGCReviews: The Tenants 3

The Tenants è per coloro che amano la microgestione e le molte cose a schermo da dover gestire al meglio. È un ottimo gioco per tenerci occupati a lungo, ma per chiunque desideri qualcosa con un po’ più di sostanza, potrebbe non fare al caso vostro. Alla fin fine, l’unica cosa che dovremo fare sarà acquistare, rinnovare, affittare, con qualche piccolo e strano lavoretto secondario di tanto in tanto. Insomma, un po’ noioso alla lunga, ma sicuramente ben realizzato e piacevole da giocare per gli amanti del genere.


6.8

Voto CGC

Recensione The Tenants

The Tenants è un buon titolo gestionale nel quale dovremo gestire e rinnovare vari immobili, ma potrebbe risultare presto noioso ai meno avvezzi del genere, data la mancanza di vero contenuto.

*Recensione eseguita tramite chiave PC fornita dal Publisher

Segnala un Errore

Davide Fanelli

Nato nel 1996 ho iniziato a giocare già dalla tenera età di 2 anni con un GameBoy e Tetris. Alla vista della PlayStation cominciò a nascere la mia passione per i videogiochi che permane ancora tutt'ora.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Back to top button