E3 2020: causa Coronavirus non si terrà quest’anno


L'E3 2020, già di suo in condizioni precarie, potrebbe essere cancellato totalmente per l'edizione di quest'anno.

E3 2020

Una delle conferenze annuali più importanti al mondo è sicuramente l’Electronic Entertainment Expo, che nella sua edizione E3 2020 è stato cancellato.

La conferma giunge del sito ufficiale dell’E3, il quale informa che c’è comunque in considerazione l’idea di portarla tra il 9 e l’11 Giugno 2020, ma c’è bisogno di attendere ulteriori sviluppi del Coronavirus per capire se sarà necessario un annullamento totale.

Oltre a questa informazione, il sito dell’E3 ci ricorda le procedure da seguire per la sicurezza personale:

  • Lavarsi le mani con l’uso di sapone frequentemente per circa 20 secondi;
  • Evitare contatti stretti con persone che possano sembrare malate;
  • Coprire con l’avambraccio colpi di tosse e soffiarsi il naso con un fazzoletto usa e getta (da buttare immediatamente);
  • Non toccarsi la faccia;
  • Stare a casa se malati e contattare il proprio medico per eventuali cure;
  • Evitare strette di mano o baci sulla guancia (o bocca) come saluti.

Inoltre, il Los Angeles Convention Center sta procedendo all’attivazione di procedure extra, tra cui:

  • Aumento del numero di stazioni per l’igiene delle mani all’interno dell’edificio;
  • Aumento della pulizia generale delle superfici;
  • Più abilità da parte dello staff nel trattare nuovi ammalati sul luogo.

Inoltre, anche i Los Angeles World Airports stanno prendendo precauzioni per coloro che viaggiano:

  • Pulizia intensiva di bagni e altre aree pubbliche almeno una volta all’ora;
  • Lo staff deve pulire le superfici facilmente maneggiabili, come ad esempio maniglie delle porte;
  • Installazione di centinaia di stazioni per l’igiene delle mani;
  • Segnali informativi per i viaggiatori.

Attendiamo ulteriori informazioni per quanto riguarda le sorti dell’E3 2020, che potrebbero arrivare da un giorno all’altro.

Davide Fanelli

Davide Fanelli nasce nel 1996 e inzia a giocare già dalla tenera età di 2 anni con un GameBoy e Tetris. Alla vista della Play Station cominciò a nascere la sua passione per i videogiochi che sarebbe durata tutta la vita.

Lascia un commento

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: