Gli sviluppatori di Pokémon Spada e Scudo comprendono la rabbia verso l’assenza del Dex Nazionale
Game Freak comprende l'odio verso l'assenza del PokéDex Nazionale, ma niente ci dice che non saranno presenti in giochi futuri.

Pokémon Spada e Scudo

Pokémon Spada e Scudo arriveranno su Nintendo Switch a Novembre. I giochi saranno compatibili con il nuovo servizio Pokémon Home che verrà lanciato il prossimo anno, permettendo ai giocatori di importare i propri mostriciattoli dai giochi precedenti, ma ci saranno delle restrizioni.

Come abbiamo scoperto durante l’E3 2019, i giocatori non potranno trasferire da generazioni precedenti Pokémon non presenti nel PokéDex di Galar, scelta che ha fatto infuriorare i fan del brand. Junichi Masuda, però, ha risposto a queste controversie.

In un messaggio rilasciato sul sito ufficiale di Pokémon, Masuda ringrazia i fan per l’amore mostrato per la serie e parla dell’ardua scelta di escludere alcuni Pokémon dai titoli. “Come per tutti voi, siamo appassionati di Pokémon e ognuno di loro è importante per noi. Dopo così tanti anni di sviluppo di giochi Pokémon, è stata una difficile decisione per me,” Masuda dice.

Nonostante alcuni mostri non saranno presenti in Spada e Scudo, Masuda rassicura tutti confermando che appariranno in giochi futuri. “Voglio rendere chiara una cosa: anche se uno specifico Pokémon non è disponibile in Pokémon Spada e Pokémon Scudo, questo non significa che non appariranno in giochi futuri.”

Accorciando un po’ il resto dell’intervista, Masuda parla di come sarebbe stato impossibile con il cambio di hardware, in questo caso Nintendo Switch, realizzare tutti i Pokémon esistenti con un nuovo motore grafico, codici di programmazione e animazioni diverse dal passato. Ciò avrebbe richiesto tempistiche estremamente più elevate e avrebbe fatto slittare molto più in la l’uscita del titolo.

Quello che possiamo dire noi è: “Il catturali tutti (Catch’em all), dov’è finito?” Con il passare del tempo sembra proprio che si stiano distaccando da molti standard a cui siamo sempre stati abituati e, forse, potrebbe segnare un declino della serie se ciò non dovesse soddisfare a dovere l’utenza. Speriamo che sia solo un caso isolato e che in futuro potremo tornare a riempire il PokéDex con tutte le specie conosciute.

Non sappiamo quanti Pokémon saranno presenti in Spada e Scudo nel PokéDex di Galar, ma nel frattempo potete leggere qui tutto ciò che sappiamo sui titoli di GameFreak.

fonte

Davide Fanelli

Davide Fanelli nasce nel 1996 e inzia a giocare già dalla tenera età di 2 anni con un GameBoy e Tetris. Alla vista della Play Station cominciò a nascere la sua passione per i videogiochi che sarebbe durata tutta la vita.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: