Il CEO di EA dice “Anthem non funziona”
Andrew Wilson ha detto che crede che il gioco abbia il potenziale per diventare qualcosa di 'speciale'.

Anthem

In un’intervista con GameDaily.biz, il CEO di Electronic Arts Andrew Wilson ha riconoscito il fallimento di Anthem ma ha detto che il gioco è “avvincente.” Quindi, nonostante le critiche e i fan delusi da risicati update e cali di prestazioni inspiegabili, BioWare ed EA lo supporteranno perché credono che questo tiolo sia il loro diamante allo stato grezzo e che possa diventare qualcosa di grande.

Anthem si era posto la sfida di unire due tipologie di gamer, quelli single player e quelli coop-multiplayer, dove Destiny 2 ha nettamente vinto su ogni fronte. Speriamo che questa decisione del CEO EA sia la svolta decisiva per vedere Anthem spiccare il volo tra le leggende e non resta altro che attendere.

“Abbiamo riunito questi due gruppi di giocatori che stavano facendo un calcolo del valore emotivo su due diversi vettori: uno era il contenuto tradizionale della storia di BioWare, e l’altro era il contenuto di azione e avventura,” ha detto Wilson.

“La promessa era che si potesse giocare insieme, ma non sta funzionando molto bene.” Nonostante i problemi profondamente radicati di Anthem e la catastrofe Mass Effect: Andromeda, Wilson ha detto che il futuro di BioWare è sicuro. Ha confrontato lo studio con Steven Spielberg: non tutti i film di Spielberg sono un successo, ma l’uomo metteva asini a sedere. E ha anche indicato qualcosa che può essere facilmente trascurato, specialmente per quelli di noi che ancora associano in modo riflessivo BioWare a Baldur’s Gate: il pubblico è cambiato e gli studi di EA, incluso BioWare, devono cambiare con esso.

“Avremo il nostro pubblico BioWare che è stato con noi per molto tempo. Ci sono bambini di 12 anni che non erano in giro quando BioWare ha iniziato a realizzare giochi … e hanno aspettative diverse su cosa sia un gioco di BioWare e come dovrebbe essere nel contesto del mondo in cui sono cresciuti,” ha detto Wilson. “In conseguenza di ciò, BioWare deve evolversi e deve espandersi e deve testare l’elasticità di quel marchio. I team di BioWare continueranno a venire a lavorare ogni giorno e ad ascoltare i loro giocatori vecchi e nuovi e cercare di portare avanti le promesse che hanno fatto a quei giocatori: è quello che stai vedendo con Anthem oggi.”

Per ora, EA sta prendendo una visione a lungo termine: Wilson ha detto che crede che gli elementi fondamentali del gioco – il mondo del gioco, i personaggi, i semi di Javelin – siano “avvincenti” e che una proprietà come Anthem “viva per generazioni e funzioni in questi cicli da sette a dieci anni.”

“Quindi, se penso ad Anthem in un ciclo da sette a dieci anni, potrebbe non avere avuto la partenza che molti di noi volevano, compresi i nostri giocatori,” ha detto. “Sento che quella squadra arriverà davvero con qualcosa di speciale e qualcosa di eccezionale, perché ha dimostrato di poterlo fare.” L’intervista completa è grande e tocca altri argomenti, tra cui bottino, giochi dal vivo, i “valori” di EA e il futuro dell’editoria di gioco. Leggila tutta su gamedaily.biz

fonte

Alessandro Zingariello

Nato nel 1996, coltivo la mia passione fin dai 4 anni. Ho cominciato a giocare con mio padre a Space Invaders su Play Station e lì è nato il mio amore per i videogiochi.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: