In Death Stranding gli NPC potranno morire in base alle nostre decisioni
Confermato due giorni fa da Hideo Kojima, parlando di recente al panel del Garage Museum of Modern Art di Mosca.

Death Stranding

Ormai è chiaro che Death Stranding disporrà di numerosi meccaniche che consentiranno ai giocatori di influenzare e cambiare direttamente le cose nel gioco. Due giorni fa Hideo Kojima ci ha dato un altro esempio di come i giocatori sono in grado di influenzare il cambiamento attraverso le loro azioni, più specificamente, come queste azioni influenzeranno gli NPC.

Parlando a un recente panel al Garage Museum of Modern Art di Mosca tramite il sito MP1st, Kojima ha menzionato una serie di missioni secondarie nel gioco per evidenziare questo aspetto di Death Stranding. Questa serie di missioni vede i giocatori consegnare medicine a un vecchio, in cambio del quale i giocatori ottengono determinati beni, mentre il vecchio racconta anche storie sul passato.

I giocatori possono continuare a tornare dal vecchio per consegnargli più medicine, ma man mano che la campagna avanza, la distanza tra dove si trovano i giocatori e dove si troverà l’anziano continuerà ad aumentare. Quindi la scelta ricadrà su cosa noi vorremo fare, ma purtroppo se non lo faremo l’uomo morirà a causa della mancanza di medicine.

Ricordiamo che Death Stranding il nuovo titolo di Hideo Kojima uscirà l’8 novembre per Playstation 4.

fonte

Federico Baccolo

Sono un ragazzo di 22 anni. Nel tempo libero mi è sempre piaciuto videogiocare sia da solo che in compagnia e ancora oggi porto avanti questa mia passione.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: