NewsMicrosoftPCSonyTOP

Max Payne 1&2 Remake annunciati per PS5, Xbox Series e PC

Sviluppato da Remedy Entertainment e finanziato da Rockstar Games.

Max Payne 1&2 Remake

Remedy Entertainment produrrà Max Payne 1&2 Remake per PS5, Xbox Series e PC attraverso un nuovo accordo con Rockstar Games, ha annunciato la società. Come è facile immaginare, il progetto di rifacimento comprende Max Payne e Max Payne 2: The Fall of Max Payne.

Siamo stati entusiasti quando i nostri amici di lunga data di Remedy ci hanno chiesto di rifare i giochi originali di Max Payne,” ha dichiarato il fondatore di Rockstar Games Sam Houser in un comunicato stampa. “Siamo grandi fan del lavoro che il team di Remedy ha creato nel corso degli anni e non vediamo l’ora di giocare a queste nuove versioni.”

Il CEO di Remedy Entertainment Tero Virtala ha aggiunto: “Max Payne ha sempre avuto un posto speciale nel cuore di tutti in Remedy e sappiamo che milioni di fan in tutto il mondo la pensano allo stesso modo. Siamo estremamente entusiasti di lavorare ancora una volta con i nostri partner di Rockstar Games per avere la possibilità di riportare la storia, l’azione e l’atmosfera dei giochi originali di Max Payne ai giocatori in modi nuovi.”

Ecco i primi dettagli di seguito.

In base all’accordo di sviluppo firmato oggi, Remedy svilupperà i giochi come titolo unico per PC, PS5 e Xbox Series utilizzando il suo motore di gioco proprietario Northlight. Il budget di sviluppo del gioco sarà finanziato da Rockstar Games, le cui dimensioni saranno in linea con una tipica produzione di giochi AAA di Remedy. In base all’accordo, Remedy ha un’opportunità di royalty dopo che Rockstar Games ha recuperato i costi di sviluppo, marketing e altri costi per la distribuzione e la pubblicazione del gioco.

Il progetto è attualmente in fase di sviluppo del concept.

La relazione tra Remedy e Rockstar Games risale all’uscita originale degli acclamati dalla critica Max Payne e Max Payne 2: The Fall of Max Payne, sviluppati da Remedy e pubblicati da Rockstar Games. Entrambi i giochi hanno lasciato un segno indelebile nella cultura popolare, lodati per la loro atmosfera neo-noir, la narrazione rivoluzionaria e le sparatorie “a tempo di proiettili”.

Segnala un Errore

Davide Fanelli

Nato nel 1996 ho iniziato a giocare già dalla tenera età di 2 anni con un GameBoy e Tetris. Alla vista della PlayStation cominciò a nascere la mia passione per i videogiochi che permane ancora tutt'ora.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Back to top button