Origin di EA ha messo a rischio milioni di utenti
Check Point Research e CyberInt hanno segnalato ad EA una vulnerabilità sulla loro piattaforma Origin.

Logo Origin

EA ha patchato una falla di sicurezza della loro piattaforma Origin, che aveva esposto agli hacker un metodo per ottenere dettagli di milioni di utenti. La vulnerabilità è stata scovata da Check Point Research e CyberInt, una volta usato l’exploit, avrebbe dato la possibilità di rubare gli account e l’identità. Le compagnie di cyber-sicurezza hanno allertato EA che ha prontamente corretto il problema.

La vulnerabilità prendeva vantaggio di alcuni sotto-domini abbandonati, utilizzati in passato per i token di autenticazione costruito nel sistema login degli utenti. Se un attacco fosse partito, sarebbe stato devastante per EA, la seconda compagnia di videogiochi più grande al mondo e per tutta la sua base di utenti.

Queste falle ci mostrano come la rete e le piattaforme cloud siano sempre esposte ai malintenzionati. “Queste piattaforme sono costantemente nel mirino di hacker dato che contengono enormi quantitativi di dati sensibili,” ha detto Oded Vanunu di Check Point.

Check Point e CyberInt avvisano sempre i giocatori di proteggere i loro account con l’autenticazione a due fattori e di usare solo i siti ufficiali e/o certificati per comprare e scaricare i giochi. Avvisano in oltre ai genitori di controllare sempre il loro bambini per evitare che incappino in frodi online.

fonte

Davide Fanelli

Davide Fanelli nasce nel 1996 e inzia a giocare già dalla tenera età di 2 anni con un GameBoy e Tetris. Alla vista della Play Station cominciò a nascere la sua passione per i videogiochi che sarebbe durata tutta la vita.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: