Slime Rancher si espande gratuitamente con una nuova dimensione glitchata
Slime Rancher si aggiorna con due nuovi contenuti extra, uno completamente gratuito e l'altro a pagamento.

Slime Rancher

Il colorato gioco sull’allevamento Slime Rancher è ancora più grande oggi. Gli sviluppatori Monomi Park hanno rilasciato due nuovi DLC, uno più ricco di contenuti e gratis, mentre l’altro più piccolo, puramente estetico e a pagamento. Viktor Experimental Update è il nome dell’espansione gratuita, porta i giocatori in un mondo di slime simulato. E’ infestato da slime glitchati che potrete collezionare, convertire in bug report e venderli per guadagnare nuove ricompense, inclusi nuovi gadget.

La simulazione si sblocca in là nel gioco ed è effettivamente un percorso a parte con le proprie ricompense. Si dovrà aver sbloccato le Rovine, acquistato il Laboratorio d’Espansione e completato un lavoro di Scambio di Range per lo scienziato Viktor. Fatto tutto questo si potrà visitare il suo laboratorio entrare nel The Matrix but Gooier. Si avrà un tempo limitato per usare il Debug Spray per rivelare gli slime glitchati e assorbirli prima che la simulazione smetta di funzionare. Essere colpiti da questi glitch ci farà perdere tutti quelli catturati.

Sfortunatamente non si potranno portare a casa questi slime glitchati, ma si potranno scambiare in bug report per nuove droni multi-tasking, un rubinetto dell’acqua portatile, esche per slime e altre cose. E’ presente anche una macchina sperimentale di clonazione per galline che non sempre funzionerà correttamente, essendo alimentata da slime malfunzionanti.

Oltre a questa espensione gratuita, il Secret Style Pack è il primo vero DLC, puramente estetico e con contenuti minori. Farà apparire sparsi per il mondo 20 tesori che contengono skin per gli slime da poter applicare nel ranch.

Il Viktor Experimental Update è disponibile già gratuitamente, mentre l Secret Style Pack è disponibile sia su Steam che Epic Store per €6,59.

fonte

Davide Fanelli

Davide Fanelli nasce nel 1996 e inzia a giocare già dalla tenera età di 2 anni con un GameBoy e Tetris. Alla vista della Play Station cominciò a nascere la sua passione per i videogiochi che sarebbe durata tutta la vita.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: