RecensioniTOP

CGCReviews: The Legend of Tianding

Attualmente disponibile su Switch e PC.

The Legend of Tianding

The Legend of Tianding, titolo sviluppato da Creative Games and Computer Graphics Corporation e pubblicato da Neon Doctrine, è ora disponibile su Switch e PC (Steam).

L’industria dei videogiochi generalmente attinge da una miriade di diversi background culturali, ma raramente ne vediamo uno da Taiwan. Così lo sviluppatore indipendente Creative Games Computer Graphics Corporation ha deciso di riempire quel vuoto con il debutto del vistoso platform d’azione picchiaduro The Legend of Tianding.

Il gioco ci riporta ai primi anni del 1900, quando Taiwan fu ceduta ai giapponesi della dinastia Qing dal Trattato di Shimonoseki nel 1895. Liao Tianding, il protagonista, è spesso considerato il Robin Hood di Taiwan, che ruba ai corrotti e combatte per gli oppressi. In questa rappresentazione del leggendario eroe non celebrato, Tianding aiuta gli abitanti del villaggio di Taipei a combattere contro le spietate forze di polizia giapponesi mentre scopre un’antica cripta piena di tesori e segreti.

CGCReviews: The Legend of Tianding 1

La fedeltà visiva è espressiva e davvero piacevole alla vista. Le tavole colorate in stile manhua (n.d.r. termine che indica i fumetti cinesi/coreani) sono utilizzate nei filmati e sembrerà quasi di leggere un fumetto. La recitazione vocale viene eseguita in taiwanese e ascoltata cutscene, mentre la maggior parte del testo viene presentata attraverso tavole o bolle di testo. Ogni area che visiti è visivamente distinta, con diverse tavolozze di colori e strutture architettoniche. Ci sono alcuni problemi di localizzazione con parole inglesi errate e grammatica non corretta, ma niente che possa rovinare l’esperienza.

Sullo sfondo e per le strade di Taipei si possono ascoltare anche strumenti musicali tradizionali. Dalle rilassanti strimpellate che inducono pace e tranquillità ai battiti violenti delle sequenze di combattimento, il gioco rimane più che fedele alle sue radici storiche taiwanesi. Per aumentare il grado di accuratezza storica, The Legend of Tianding riproduce quasi esattamente quello che ha fatto Tianding nella vita reale. Si allude ai temi della disuguaglianza politica e del tradimento, poiché i personaggi inizialmente antagonisti potrebbero non esserlo e viceversa.

Il combattimento in The Legend of Tianding è in parti uguali frenetico ed emozionante in quanto fluido e reattivo. In poche parole, ben fatto e divertente al punto giusto. Per un picchiaduro, non mancano le combo da concatenare ed eseguire sui nostri nemici.

I nemici consistono in delinquenti taiwanesi corrotti e ufficiali militari giapponesi, generalmente con le varianti rudi e brutali. Sarà inoltre possibile disarmare e rubare l’arma del nemico per un uso limitato che però crea un po’ di dinamismo. Queste armi ottenibili includono katane e manganelli della polizia, fucili e addirittura lanciarazzi. Con un vasto arsenale di armi da rubare a nostra disposizione, c’è uno strumento appropriato per ogni occasione.

CGCReviews: The Legend of Tianding 2

Man mano che avanzeremo nella storia, impareremo anche nuove mosse speciali di kung fu che potremo eseguire a scapito della resistenza. Queste abilità non solo ci consentiranno di offrire un numero maggiore di combo, ma fungeranno anche da leggero “strumento Metroidvania” per l’attraversamento di aree precedentemente irraggiungibili. Inoltre, il combattimento è spesso integrato con rischi ambientali che potremo usare a nostro vantaggio con le nostre notevoli abilità di combattimento.

L’evasione è implementata senza problemi con la presenza di frame di invincibilità e l’aggiunta di schivate perfette. Sia i segnali visivi che quelli audio ci aiuteranno quando un attacco sarà imminente. Le schivate perfette ci consentiranno di contrastare con una delle due abilità che acquisiremo man mano che avanzeremo, tra cui un clone dell’ombra e la scomparsa dell’ombra.

Sicuramente, i più grandi momenti salienti del combattimento sono le battaglie contro i boss. Non solo sono uno spettacolo visivamente parlando, ma offrono anche sfide adrenaliniche da affrontare. Ogni incontro fa un uso eccellente di colori sgargianti e vibranti e del delizioso stile artistico dei fumetti per creare esperienze davvero ottime. Ci sono un totale di sei boss nel gioco, ognuno con il proprio set di mosse e abilità uniche che metteranno alla prova le nostre abilità.

Tuttavia, ci sono alcuni picchi di difficoltà inaspettati, in particolare vicino al finale. Questi sono principalmente attribuiti a mosse sopraffatte dai boss e platforming complicato che provocherà la morte istantanea se eseguito in modo errato. Morire si traduce nella perdita di denaro, necessario per acquistare armi migliori e potenziamenti.

CGCReviews: The Legend of Tianding 3

Tornando sul tema di Robin Hood, potremo anche donare soldi ai poveri, che spesso ci concederanno un segno di apprezzamento, come aggiornamenti passivi. Detto questo, gran parte del difficile platforming è opzionale in quanto interrompono il percorso lineare verso forzieri nascosti. Nonostante possono essere un po’ intricate come strade secondarie, sono quasi sempre gratificanti dato l’ottenimento di risorse preziose.

Il design dei livelli è per lo più lineare, ma ci sono percorsi alternativi per cercare i suddetti forzieri nascosti. Il movimento è fluido e piacevole, grazie anche alle dimensioni ridotte delle aree di gioco. Anche così, lo sviluppatore ha aggiunto un’opzione di viaggio rapido in tema col periodo e cultura dell’era.

La longevità è un po’ bassa, trattandosi di circa 4 ore. La rigiocabilità, invece, si presenta sotto forma di due livelli di difficoltà aggiuntivi, missioni secondarie e un minigioco basato su carte. C’è anche un’opzione per riprodurre qualsiasi capitolo completato in precedenza e il combattimento con i boss. Sfortunatamente, la maggior parte delle missioni secondarie finisce per essere riciclata in missioni di recupero in aree precedentemente visitate, niente di più.

A parte il suo brevissimo tempo di gioco e l’uso minore di missioni di recupero, The Legend of Tianding è un eccellente platform d’azione picchiaduro che tocca una figura culturale che è stata per lo più dimenticata. Il combattimento raffinato e approfondito, insieme al brillante design artistico e al dialogo doppiato in taiwanese, rende questa avventura storica elettrizzante con una solida base per quella che può essere un’antologia di eroi etnici dimenticati.


8

Voto CGC

Recensione The Legend of Tianding

The Legend of Tianding riesce a portarci in una Taiwan del passato in modo favoloso, con un’avventura picchiaduro realizzata a dovere e sempre divertente dall’inizio alla fine.

Davide Fanelli

Davide Fanelli nasce nel 1996 e inzia a giocare già dalla tenera età di 2 anni con un GameBoy e Tetris. Alla vista della PlayStation cominciò a nascere la sua passione per i videogiochi che dura ancora tutt'oggi.

ARTICOLI CORRELATI

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: