CGCReviews: The Survivalists


Abbiamo avuto la possibilità di provare in anteprima il nuovo titolo di Team17, vediamo insieme di cosa si tratta.

The Survivalist

Introduzione

The Survivalists è un gioco di sopravvivenza d’avventura ambientato nello stesso universo dei giochi “The Escapist”. Dopo esserci arenati su una serie di isole misteriose, bisogna costruire, creare e sopravvivere mentre si cerca una via di fuga.

Per fare ciò, sarà necessario reclutare un esercito di scimmie per aiutarci con compiti che richiederebbero giorni da solo. Una volta che ci saremo ambientati e stabiliti, dovremo difendere la nostra casa dagli orchi e razziare i sotterranei occupati dai non morti per ottenere ciò di cui si può aver bisogno.

The Survivalists è disponibile dal 9 Ottobre per PS4, Xbox One, Switch e PC (Steam) ed è giocabile in modalità cooperativa online fino a 4 giocatori.


Gameplay

Partendo dal lato sopravvivenza, si hanno le basi per cui il genere è noto, la creazione, la costruzione e il mangiare per sopravvivere. Abbattere alberi, rompere rocce e dare la caccia alla fauna locale per cucinarne il ricavato. La prima cosa che è possibile notare è che è abbastanza facile rimanere bloccati su vari alberi e rocce per via della telecamera statica. Questo non cessa mai di essere un problema poiché il combattimento è spesso oscurato dal terreno. Delle volte capita di far fatica persino ad entrare nella propria casa o percorsi più stretti se qualche ostacolo è tra noi e la telecamera.

Si incontrano molto presto le vere star del gioco, le scimmie. Alcune hanno bisogno di essere salvate, altre vogliono ricevere oggetti specifici in dono, in entrambi i casi, ognuna si unirà permanentemente al nostro gruppo una volta soddisfatti i suoi criteri. L’aspetto più interessante del gioco è il fatto che le scimmie possono fare tutto ciò che noi giocatori possiamo compiere. Difatti, possono creare, combattere, raccogliere, costruire e persino trasportare forzieri. Sono vitali per i progressi nel gioco, poiché molte ricette richiedono un’eternità e senza di esse si rimarrebbe bloccati li da soli.

Imparare a usare efficacemente le scimmie alleggerirà il carico, ma il sistema non è estremamente intuitivo non essendo molto comunicative sul motivo per cui non stanno facendo la cosa che hai chiesto loro di fare. Appariranno delle piccole bolle di “pensiero”, ma non sono sempre lasciano trasparire quale sia il problema a prima vista. Per convincerle a svolgere un compito, è necessario selezionarle singolarmente e farli “imitare”. In poche parole, bisogna eseguire un’azione di fronte a loro, e poi la imiteranno. Questo comporta, nel caso di bisogno di strumenti specifici, che sarà necessario costruirne e darne uno anche alla scimmia addetta al suo utilizzo.

Passando ai combattimenti, per noi giocatori non risultano ostici, ma per le scimmie cambiano le carte in tavola e, fino a quando non avranno imparato come rispondere alla maniere forti, saranno per lo più un peso.

Per quanto riguarda i controlli di gioco, non sono assolutamente impostati nel modo più ottimale, per esempio, il tasto utilizzato per raccogliere ed accedere agli oggetti è utilizzato anche per scambiare con le scimmie o il tasto corsa che è lo stesso per annullare le ricette in corso ed è molto comune “sbagliare” azione se troppo vicini.

Le ricette saranno fondamentali per la sopravvivenza dato che ci permetteranno, col conseguirsi delle creazioni, sempre più oggetti utili alla nostra futura fuga. Nonostante sono parecchie, è molto semplice in poche ore completare l’interno albero delle ricette.

L’esplorazione invece è molto semplice, l’isola sarà ricca di vegetazione e non solo per ottenere risorse varie, ma sono presenti anche dei labirinti che ci permetteranno di ottenere oggetti necessari per fuggire dalla nostra isola solitaria. Per accedere ai labirinti è necessaria una chiave dal costo di 5000 monete che viene venduta da un mercante errante che spesso ci obbligherà a viaggiare inutilmente per trovarlo.

CGCReviews: The Survivalists 1

Comparto Grafico e Sonoro

Sul comparto grafico non c’è molto da dire, così come per quello sonoro. Si tratta di un titolo con visuale isometrica in pixel art che ricorda molto quello visto con la serie The Escapist, anche se è sicuramente più dettagliato e meno grezzo.

Alcune schermate sono prese direttamente dal sopracitato gioco, cosa che può infastidire data la cura messa per il resto del gioco. Riguardo al sonoro, non c’è molto da dire. Suoni basilari e nella media ci accompagneranno durante la nostra sopravvivenza.

CGCReviews: The Survivalists 2

Conclusioni

The Survivalists è sicuramente un titolo dal grandissimo potenziale che in multigiocatore può divertire e accompagnarci per svariate ore. Il titolo presenta problemi come discusso sopra e, proprio per questo motivo, non è per tutti.

Può risultare complicato in alcune meccaniche e poco intuitivo, ma con un po’ di attenzione e premura, non sarà assolutamente difficile tracciare la strada verso la fuga dall’isola deserta.

CGCReviews: The Survivalists 3

Valutazioni

Mi piace
Non mi piace
Gameplay divertente
Non estremamente intuitivo
Coop ben equilibrata
Comandi molto scomodi soprattutto con gamepad
Utilizzo delle scimmie innovativo
Risulta presto noioso
Longevità 7.5
Grafica 7
Sonoro 6.5
Gameplay 7
Voto 7/10

Davide Fanelli

Davide Fanelli nasce nel 1996 e inzia a giocare già dalla tenera età di 2 anni con un GameBoy e Tetris. Alla vista della Play Station cominciò a nascere la sua passione per i videogiochi che sarebbe durata tutta la vita.

Lascia un commento

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: