OriginalsTOP

The Anacrusis, un degno successore di Left 4 Dead?

Ecco le nostre prime impressioni sul titolo shooter cooperativo di Stray Bombay.

The Anacrusis

The Anacrusis è il nuovo shooter cooperativo fino a 4 giocatori di Stray Bombay che sarà disponibile su PC (Steam) come Accesso Anticipato dal 13 Gennaio. Ormai è dietro l’angolo, e dopo averci giocato sia in singolo che in multigiocatore per qualche ora, sembra proprio di trovarsi davanti Left 4 Dead.

Ambientato su un’astronave bloccata invasa da alieni, noi e tre amici avremo il compito di sopravvivere a ondate di questi mostri e di arrivare vivi alla prossima stanza sicura. L’ambientazione colpisce subito, non trovandosi davanti a stanze e corridoi cupi. Ci sono vie colorate e vivaci centri commerciali che riempiono la nave come un tema fantascientifico degli anni ’70 che creano un senso maggiore di voglia di esplorare. E devo ammettere che a differenza di tanti altri titoli del genere, questo può fare la differenza.

The Anacrusis non ha paura di indossare le sue influenze sulla manica. Per chi avesse giocato a Left 4 Dead, sembrerà proprio di trovarsi a casa. Alieni speciali unici, kit sanitari e “booster shot” temporanei per la salute, porte che possono essere sbloccate solo chiamando la minaccia aliena a noi. Tutti i nostri meccanismi preferiti sono qui e funzionano bene ancora come nel 2008. Forse il più importante di questi è il “AI Director”, che controlla la generazione degli alieni e regola la difficoltà in tempo reale. Funziona incredibilmente bene, con ogni partita che sembra completamente diversa dall’ultima e porta ogni volta la giusta quantità di sfida.

The Anacrusis, un degno successore di Left 4 Dead? 1

Per affrontare la selezione di extraterrestri che bloccano il nostro percorso, avremo accesso a una varietà di armi dell’era spaziale tra cui scegliere. Le tre armi da fuoco standard si adattano allo stampo del fucile d’assalto, mitraglietta e fucile. Il nostro personaggio è inoltre dotato di una minuscola pistola laser con munizioni illimitate come ultima risorsa. Forse le armi più eccitanti sono quelle speciali che vengono fornite con munizioni limitate ma infliggono danni enormi. Il laser rovente brucia anche i nemici più duri. La pistola ad arco incatena fulmini tra i nemici per fermare le orde sulle loro tracce. Anche le granate in The Anacrusis sono interessanti; granate a stasi per i momenti frenetici, le granate a vortice per risucchiare i nemici in aria e le granate appiccicose che creano un’area sicura in cui i nemici faranno fatica a muoversi.

Avremo bisogno di tutte le armi e le granate che potremo afferrare per sopravvivere. Gli alieni standard corrono semplicemente in linea retta verso di noi e richiedono un paio di colpi al massimo per eliminarli. Ma gli alieni speciali sono molto più complicati. C’è lo Spawner che invia torrette rotanti che distruggeranno la salute della squadra se non le si affronta rapidamente. Il Gooper racchiude gli alleati nel muco verde che dovremo far esplodere. Poi c’è il Bruto, che salta e si schianta contro tutti e necessita di un sacco di proiettili per essere abbattuto. Seppur difficilmente abbiamo visto una varietà degna di Left 4 Dead, in questo caso posso assicurarvi che The Anacrusis ci riesce a pieni voti.

The Anacrusis, un degno successore di Left 4 Dead? 2

C’è una grande differenza tra i due titoli però meccanicamente, ed è l’aggiunta di bonus. Trovando console nascoste in ogni livello, ci verranno offerti tre vantaggi tra cui scegliere che miglioreranno le nostre capacità di sopravvivenza agli alieni. Alcuni sono piuttosto semplici, come una guarigione più rapida o una salute massima più elevata. Altri, invece, sono più attivi e rivoluzionari.

Ciò che contraddistingue davvero The Anacrusis dagli altri sparatutto cooperativi è la gioiosa semplicità di tutto. Non ci sono un sacco di statistiche di cui preoccuparsi o pistole che praticamente funzionano tutte allo stesso modo, qui. Prendere un’arma con cui ci troviamo bene e tenerla fino alla fine basterà. L’azione è frenetica e le situazioni che coinvolgono più tipi di alieni richiedono decisioni in una frazione di secondo, ma non sarà necessario fare build o una lunga configurazione prima di entrare nell’azione.

The Anacrusis, un degno successore di Left 4 Dead? 3

In single player, i compagni IA sono piuttosto impressionanti (forse anche troppo). Ci sono stati alcuni casi in cui sono rimasti bloccati o sono caduti da una fessura particolarmente facile da saltare. Ma per la maggior parte sono incredibilmente disponibili e del tutto competenti. Combattere un gruppo di alieni è senza dubbio meglio con gli amici, ma se siete giocatori solitari o non abbastanza da completare il team, non ci saranno enormi frustrazioni.

Parlando dei personaggi presenti in gioco, al momento non c’è molta caratterizzazione e ripeteranno spesso le solite due/tre battute che possono far presto mutare il volume dei dialoghi. Ma speriamo in una profondità maggiore con l’avanzare degli aggiornamenti.

The Anacrusis sembra essere tutto un degno successore spirituale di Left 4 Dead. La natura del gioco è avvincente fin dall’inizio e l’ambientazione fantascientifica anni ’70 è così rinfrescante. Al momento della pre-release, abbiamo potuto provare solo i primi tre capitoli, con circa 20/30 minuti per completare ognuno di essi, quindi non aspettatevi un enorme contenuto al momento del rilascio.

Segnala un Errore

Davide Fanelli

Nato nel 1996 ho iniziato a giocare già dalla tenera età di 2 anni con un GameBoy e Tetris. Alla vista della PlayStation cominciò a nascere la mia passione per i videogiochi che permane ancora tutt'ora.

ARTICOLI CORRELATI

Back to top button